Teaway HomeVendita on-lineInformazioni sul TèAssistenza Clienti
La Storia del TèLa Pianta - Camelia SinensisInfo sulla Produzione del TèClassificazione Tipologie TèConsigli su come preparare il TèRicette curiose con il TèTè, Salute e BenessereSpeciale Pu'er pressatiSpeciale Darjeeling 1st FlushSpeciale Oolong di RocciaSpeciale Oolong Tie Guan YinLong Jing: il Re dei Tè Verdi
email>pass> carrello:
vuoto
140,5298
Informazioni sul Tè    Consigli su come preparare il Tè    Le regole per preparare un buon tè

Le regole per preparare un buon tè

set da tè cineseNaturalmente i gusti personali e un tè di qualità giocano un ruolo importante nella buona riuscita dell’infusione.

È importante e buona norma usare teiere diverse per tipi diversi di tè: la teiera assorbirà con il tempo l’aroma del tè e lo migliorerà.

La teiera non deve essere lavata con sapone o detersivi ma solo con acqua calda. Il tè non deve venire a contatto con corpi estranei.

La luce, odori estranei e anche la naturale secrezione delle mani possono compromettere la qualità del tè.

L’acqua è l’elemento primario: deve essere leggera, poco calcarea e con il pH più neutro possibile. Se il tè viene preparato con acqua “dura”, se lasciato riposare un po’, si forma sulla superficie una pellicola che è la conseguenza dell’ossidazione degli elementi solubili del tè a contatto con il bicarbonato e gli ioni di calcio presenti nell’acqua. Anche per questo è meglio depurare l’acqua prima di utilizzarla.

  1. Riempite il bollitore e riscaldate l’acqua fino alla temperatura di 90° C circa.
  2. Versate l’acqua così riscaldata nella teiera, bagnandone bene le pareti e lasciandola riposare per qualche istante.
  3. Gettate via l’acqua dalla teiera e versate all’interno, o nell’apposito filtro incorporato, le foglie del tè (la quantità varia a seconda del tè usato). Versate l’acqua per l’infusione e coprite la teiera con il coperchio.
  4. Lasciate il tè in infusione per qualche minuto (i tempi di infusione variano a seconda al tipo di tè utilizzato), assaggiate l’infuso e filtrate.
La temperatura corretta dell’acqua varia a seconda del tipo di tè che si deve preparare: tè neri e oolong 90-100° C, tè bianchi 70-85° C, tè verdi cinesi 70° C, tè verdi giapponesi 50-60° C.

In Giappone, all’inizio del rituale della preparazione del tè, il cerimoniere porgeva l’augurio “Kaiseki, kaiseki”, letteralmente “pietra rovente nel taschino”, per ricordare che i monaci Zen, durante le meditazioni invernali, usavano mettersi una pietra rovente in tasca per proteggersi dal freddo.
 
Lu Yu, considerato dagli orientali il massimo esperto della bevanda ed autore del tradizionale "Il canone del tè'”, suggerisce un modo per riconoscere quando il bollore dell'acqua è da considerarsi perfetto per la preparazione del tè, individuando tre momenti precisi di ebollizione dell’acqua: il primo momento, con "piccole bolle, come gli occhi di un pesce, che nuota in superficie": non è quello giusto. Il terzo momento, con "grandi bolle che partono dal fondo del recipiente": non è quello giusto perché "l'acqua è troppo vecchia e andrebbe ringiovanita con acqua fredda". Il secondo momento, quando "le bollicine sono come gocce che rotolano in una fontana" è quello adatto per spegnere il fuoco.
 
©2006-2020 e-Solutions | P.I. 03014840049 - CCIAA CN/REA 267603 | e-mail: [email protected]